sabato 29 settembre 2007

W la Spagna!!!

Volevo raccontarvi il viaggio in Spagna che ho fatto poco tempo fa.

Partenza tramite agenzia di viaggio con una formula "roulette", in pratica non sai in anticipo e con certezza dove vai a finire, ma considerato che non conoscevo nulla dei luoghi in cui ero in procinto di andare, sempre alla fortuna mi dovevo affidare. Il costo del pacchetto è stato veramente economico, € 580 a persona compreso di tutte le tasse e commissioni varie, per una settimana in costa brava, con volo AR Palermo-Barcelona operato da Windjet e hotel 4 stelle in mezza pensione.

La partenza
Anche se abito ha pochissima distanza dall'aeroporto di Palermo decidiamo di prendere un taxi per andare all'aeroporto, in quanto lasciare una macchina per una settimana a Punta Raisi ha un costo troppo esagerato € 120 sono troppi!!!, la scelta si è rilevata azzeccata, zero stress e assoluta puntualità al check-in, il volo è in orario, l'aereo in buono stato, il volo tranquillo.

L'arrivo a Barcelona
L'aeroporto di Barcelona è molto grande ma senza difficoltà raggiungiamo l'area riconsegna bagagli, quindi ci dirigiamo verso la stazione dei treni, qui dobbiamo fare i biglietti, volevamo usare la Postepay ma la macchinetta ci chiedeva un pin a 4 cifre, mentre il pin della Postepay che io mi ricordi ne aveva 5, dopo vari tentativi desistiamo e ricorriamo alle monetine, destinazione Barcelona Sants. Il treno è puntuale e arriviamo a Sants, dove sono in corso dei lavori di ristrutturazione per l'alta velocità. La stazione è un cantiere e onestamente abbiamo avuto qualche attimo di smarrimento, ma dura poco in quanto c'erano moltissimi addetti alle informazioni, gentilissimi e che capivano perfettamente l'italiano, veniamo indirizzati bene e prendiamo le giuste linee che alla fine ci portano alla stazione di Blanes, il viaggio dura circa un ora e mezza, qui appena usciti dalla stazione troviamo un autobus per Lloret de Mar, la nostra destinazione finale.

La sistemazione
Avevamo scaricato da internet tutte le informazioni per raggiungere l'hotel e con una camminata di circa 15 minuti lo troviamo. L'Hotel Metropol, ci viene assegnata la stanza N° 503 al quinto piano con il balcone che dà sulla piazza del municipio di Lloret, a pochi metri dal mare, una sistemazione splendida, eravamo contentissimi di tutto questo. La stanza era pulita e ordinata, tutto funzionava come doveva, non c'era il frigobar ma questo non è stato un problema.

La prima uscita
Serviva urgentemente mangiare e prendere un caffè, usciamo dall'albergo e ci dirigiamo al più vicino bar, dove due magnum e due caffè ci sono costati decisamente tanto, solo dopo un breve giro abbiamo capito che i prezzi salgano in modo spropositato se ti avvicini al mare e diminuiscono sensibilmente se ti allontani dal mare o percorri strade secondarie. Tutto come dalle nostre parti.

La prima cena
Non avevo mai fatto una vacanza in Hotel, quindi poco sapevo delle cene a buffet, quella prima cena non fu' il massimo, abbiamo riempito il piatto di cose improponibili con una gran confusione, alla fine abbiamo mischiato tanti sapori, insomma finiamo cena molto scoraggiati.

Lunedì
Eravamo molto stanchi quindi si decide per dormire e mare nella spiaggia antistante l'hotel.
Il mare in costa brava non ha nulla di spettacolare, l'acqua è subito profonda e la spiaggia è composta da una sabbia granulosa, un pò fastidiosa per la passeggiata in riva al mare, ma molto comodo poichè non si attacca alla pelle. Inoltre la spiaggia è molto pulita in quanto viene pulita regolarmente ogni notte. Anche l'acqua è pulita e viene anch'essa ripulita ogni sera con un battello spazzino. La spiaggia è molto lunga e larga, l'accesso è libero ed è pieno di gente di ogni età e nazionalità, tutti sono molto tranquilli e non c'è casino, gli italiani sono tantissimi.

Martedì
Giornata di mare, pranzo in hotel e cena in un ristorante tipico il Can Bolet, dove prendiamo una bella paella, sangria, un secondo di pesciolini fritti e alla fine una buonissima crema catalana.
Il ristoratore si rende conto che siamo italiani e ci prende un pò per il culo per l'usanza tutta italiana del coperto e del servizio, in più notiamo che l'IVA in Spagna è del 7%, un risparmio non da poco.

Mercoledì
Gita a Barcelona, ci affidiamo a una escursione organizzata, sul bus siamo quasi tutti italiani.
Con un ora e mezza di autobus siamo al Parco Guell, la guida ci dà 45 minuti per girare tutto il parco, un'impresa da maratoneti, ma ce l'abbiamo fatta mentre gli altri se ne vanno al bar a fare la fila per la toilette (20 minuti).
Si riparte alla volta della Sagrada Familia, una chiesa ancora in costruzione ma che ben rappresenta la mentalità Catalana. La guida ci concede 30 minuti per visitarla che si traduce in un solo giro del perimetro esterno, si riparte alla volta del quartiere olimipico, dall'autobus vediamo le varie case che ha lasciato Gaudì, negozi, piazze e alla fine il belvedere che sovrasta il porto di Barcelona, qui ci fermiamo a comprare qualche panino ma solo per 10 minuti. Ci dirigiamo verso la Rambla, dove veniamo lasciati liberi per due ore, poche per la verità per fare un giro, ma alla fine riusciamo a percorrere tutta la rambla e mangiare qualcosa. Dopo due ore di pullman siamo di nuovo a Lloret, cena in albergo e passeggiata serale per le stradine del centro che la notte erano piene di gente.

Giovedì
Decidiamo di raggiungere Tossa de Mar, altro splendido paesino della costa brava
con il suo centro molto ben conservato, le stradine strette, una bella spiaggia.
Qui ci fermiamo a pranzare al ristorante L'AJUSTADA dove prendiamo delle ottime sardine alla griglia, un piatto di prosciutto crudo tagliato a mano veramente buono, la zarzuela e la sua versione piccante, sangria e crema catalana.

Venerdì
Andiamo a vedere Girona la città capoluogo della costa brava ma questa non ci entusiasma e torniamo alla base.

Sabato
I battelli che fanno il giro della costa e che prendono i turisti direttamente dalla spiaggia ci hanno incuriosito fin dal primo giorno, quindi decidiamo di usarlo per raggiungere Blanes.
7 € solo andata non sono pochi ma ne vale la pena. La cittadina è deliziosa, ha poi uno splendido giardino botanico dove è possibile ammirare piante provenienti da tutto il mondo. Ci fermiamo a mangiare in un bar dove con pochissimi euro prendiamo degli ottimi panini, patatas brava e sangria, qui ci viene la brillante idea di prendere un irish coffee, non è stata una grande idea, ma ci abbiamo scherzato su per i due giorni successivi. Ci stupisce la ragazza del bar che prende l'ordinazione non scrive nulla e ci porta tutto giusto, buono e subito.

Domenica
Si ritorna in Italia! Con solo € 5.50 a testa prendiamo un bus e tre treni per arrivare dopo circa due ore e mezzo all'aeroporto, fare il check-in, imbarco e dopo un volo tranquillo e veloce ritrovarci a Punta Raisi dove cerchiamo un taxi che ci chiede per pochi chilometri € 45, ovviamente il prezzo è solo frutto della mentalità tipica di queste zone, quindi ci vediamo costretti a cercare altro modo per raggiungere casa, chiamare un tassista di fiducia.

Lloret de Mar
La cittadina merita un discorso a parte, è un vero tempio del divertimento, c'è di tutto.
C'è vita tutti i giorni fino alla 6 del mattino, è pieno di giovani di tutti i paesi europei che fanno baldoria nelle disco tutta la notte e poi dormono in spiaggia tutto il giorno. Il tutto in un clima allegro, molto tranquillo e presidiato dalle forze dell'ordine. Il paese è ordinato e pulito, i servizi funzionano molto bene e con pochi euro è possibile raggiungere tutte le altre destinazioni della zona. La sera si passeggiava tranquilli e ci si poteva fermare in uno dei tanti bar per bere sangria e mangiare tapas. Il viale che va verso il casino è pieno di PR che cercano di convincerti ad andare nei vari locali, ma non sono mai stati scoccianti o aggressivi.
Noi non siamo andati nelle disco che pure sono la maggiore attrattiva di Lloret ma abbiamo visto i ragazzi/e che andavano ed era veramente uno spettacolo.
Inutile dire che Lloret non era il posto più adatto dopo il "Just married" ma l'importante è divertirsi e stare bene, e siamo stati veramente bene.

sabato 1 settembre 2007

Just married..........


Cefalù, giovedì 30/08/2007

ebbene si!!!!! ho sposato la mia ragazza.
Sono felice e contento, la cerimonia è stata
semplice ma sentita, il ricevimento è andato molto
bene, la cornice era splendida, solo un gran caldo ha
reso faticoso il tutto ma nel complesso il
risultato globale è stato soddisfacente.

Per un nostra scelta tutto si è svolto in un clima molto intimo.
Grazie a tutti gli intervenuti e anche a chi non c'era.