sabato 31 marzo 2012

Monitorix

Qualche giorno addietro ho letto un post su lffl.org riguardo Monitorix, un software di facile installazione e configurazione per monitorare nel tempo diversi aspetti della vostra linux-box. Nel mio caso specifico sto usando il software in questione per il monitoraggio del server domestico. Di seguito qualche schermata che meglio di tante parole possono documentare la bontà e l'utilità per progetto.
Statistiche CPU e RAM
Stistiche CPU per core

Statistiche sulla rete e sull'accesso al disco



Oltre a questi grafici che ho allegato il sistema senza alcuna configurazione aggiuntiva è in grado di mostrare altri aspetti del sistema, mentre smanettando con i parametri di configurazione è possibile andare a monitorare altri indicatori e servizi del vostro sistema. Il tutto è fruibile via http.

domenica 25 marzo 2012

"fu"

"fu" ovvero cercare dentro commandlinefu ( http://www.commandlinefu.com ) dalla shell linux.

Comamndlinefu come recita lo stesso sito " is the place to record those command-line gems that you return to again and again " ed oltre questo è un modo per ricordare organizzare e condividere i comandi che si possono impartire dalla shell di linux. Oggi ho scoperto per caso che il sistema è consultabile direttamente dalla shell tramite il comando "fu", ora vi spiego come installare questa funzionalità.

Per prima cosa dovete installare git se non presente sul vostro sistema:
$ sudo apt-get install git
Scarichiamo i sorgenti in una cartella qualsiasi
$ sudo git clone git://github.com/samirahmed/fu.git

Entriamo nella cartella appena creata
$  cd fu
Compilare.... assicuratevi di avere quello che serve:
 $ sudo make install
Se tutto è andato per il verso giusto avete "fu" sulla vostra linux box.

Vediamo un poco come si usa:

Andiamo alla ricerca di qualche buon esempio:


L'ispirazione a scrivere questo post viene da qua:
http://ubuntubond.blogspot.it/2012/03/fu-e-commandlinefu.html
e qua:
http://www.ubuntubuzz.com/2012/03/fu-commandlinefucom-from-command-line.html

Buon divertimento e non dimenticate di visitare commandlinefu e di condividere le vostre perle di saggezza linux.





Memtest86

Memtest86 ( http://www.memtest86.com/ )fa parte delle utility che un buon sistemista deve avere sempre a portata di mano, in quanto si è in grado di far partire un computer da un CD o da una pennina usb e fare un approfondito test della memoria RAM. Il test stressando il circuito RAM/CPU è in grado di aiutare ha diagnostica se il computer ha chip di ram da sostituire o altri malfunzionamenti a livello hardware.

L'interfaccia è scarna ma efficace, il download è molto molto leggero. Si tratta di un immagine ISO che può essere masterizzata su un CD o su una pennina USB. Inoltre l'utility è presente in diversi live-cd di distribuzioni Linux e un alcune suite di recupero come Ultimate Boot CD ( http://www.ultimatebootcd.com/ ).

Quindi se il vostro pc con windows comincia a colorarvi le giornate con sgradevoli schermi blu... o vi ritrovate a console linux un bel kernel-panic, una delle prime azioni da seguire è identificare il problema e per la RAM la scelta che vi consiglio è memtest86;

dnstop & dnsmasq

Una buona risoluzione dns è fondamentale per andare veloci nella rete.
dnstop (http://dns.measurement-factory.com/tools/dnstop/) aiuta a capire il traffico dns originato dal sistema :
Se poi la risoluzione è per voi un problema e volete installare una cache dns il mio consiglio è dnsmasq
(http://www.thekelleys.org.uk/dnsmasq/doc.html) facile da usare e configurare. Per farvi un idea di come funziona e delle sue potenzialità leggete attentamente qua: http://www.g-loaded.eu/2010/09/18/caching-nameserver-using-dnsmasq/ ;